Richiesta incontro assessore Lia Beltrami

Trento, 12 agosto 2009

Inviata a mezzo fax:0461.493421

Alla cortese attenzione
Assessore alla solidarietà
internazionale ed alla convivenza
Lia Beltrami Giovanazzi
Via Gazzoletti, 2
38100 TRENTO

Signor assessore Lia Beltrami Giovanazzi,
chi scrive è un gruppo di cittadini che hanno in comune il fatto di aver visitato, fuori dall’ufficialità e in tempi diversi, le realtà dell’Argentina e del Chaco in particolare. Da quella visita siamo rimasti sconvolti dalle condizioni in cui è costretta a vivere la popolazione locale. Nonostante quella drammatica realtà abbiamo registrato forti critiche sulle modalità di gestione degli aiuti provenienti dalla Provincia di Trento e quindi è nata in noi la comune esigenza di conoscere più approfonditamente come vengono spesi i finanziamenti, che come Lei riteniamo giusti e necessari, che la provincia di Trento stanzia per aiutare quelle popolazioni così colpite da una cattiva sorte.
La nostra richiesta di trasparenza non ha mai trovato nella Provincia un ascoltatore attento e sopratutto disposto a dare risposte alle nostre domande di chiarezza e trasparenza dell’agire delle Istituzioni locali.
A nulla sono valse le nostre richieste di incontro prima con l’assessore Iva Berasi e poi con il presidente Lorenzo Dellai. Ad oggi e nonostante le nostre iniziative pubbliche nessuna risposta o disponibilità ad un confronto è venuta dalla provincia.
Ora, nei giorni scorsi abbiamo letto le sue dichiarazioni rilasciate in occasione dell’incontro con i circoli d’Italia e d’Europa tenutosi il 3 agosto scorso ad Arco dove Lei fra le altre cose che condividiamo sulla nostra battaglia per la trasparenza dei finanziamenti pubblici al Chaco ha sostenuto che “….l’informazione che viene fatta dai mezzi di informazione locali sull’emigrazione e sui progetti di cooperazione nei confronti delle comunità trentine nel mondo, dovrebbe essere onesta e trasparente. Ben vengano le critiche se sono fondate e costruttive – ha affermato l’assessore – ma dobbiamo tutti vigilare affinché non ci siano distorsioni e polemiche faziose e perché ci sia reale coincidenza fra i fatti e quanto viene raccontato….”.
Anche a noi sta a cuore un’informazione onesta e trasparente, che passa necessariamente attraverso una valutazione obiettiva dei dati di bilancio e dei risultati e delle ricadute sul territorio che i vari progetti hanno avuto.
Condividendo con Lei l’obbiettivo della chiarezza, con la presente lettera chiediamo un incontro per esporLe i nostri dubbi e le perplessità che abbiamo avuto nel nostro viaggio in terra del Chaco.
Attendiamo quindi una Sua convocazione per l’incontro richiesto e se lo riterrà opportuno anche aperto al pubblico, dove possiamo confrontarci serenamente ed esporLe le nostre posizioni, peraltro note e pubbliche sul blog al seguente indirizzo http://www.emigrazione.wordpress.com che inviatiamo a visitare.
Con l’occasione si inviano distinti saluti.

Gli amici del sud America.

Ezio Casagranda, Ferruccio Bolognani, Gianna Copat, Silvana Bertona, Claudia Nardon, Renza Bertolini, Omar Serra

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...