Viaggio di andata e ritorno

È il titolo del Diario Norte mentre cita una lettera del presidente Dellai che il 3 agosto annuncia al governatore Capitanich una sua visita al Chaco per la metà del mese di novembre per conoscere le gravi problematiche che sta affrontando il Frigorifico con i progetti del Progano. Ma, nel frattempo, anche il Governatore Capitanic ha programmato una visita a Trento per definire la situazione del Progano che si trova in difficoltà perché sembrerebbe possibile la firma di un protocollo da parte della Provincia di Trento per un contributo di altri 100.000 euro.
Al giornale, che pubblica la notizia con il titolo ¿Un viaje de Ida y vuelta?, sembra strano che Capitanich viaggi Trento mentre Dellai vola a Resistencia nello stesso periodo del mese di novembre 2011. Due visite che inspiegabilmente, se venissero confermate, si sovrappongono mentre, più insistente, si ipotizza la chiusura o la vendita del Frigorifico come suggeriscono Carlos Pasquale, presidente degli allevatori delle capre del dipartimento Almirante Brown e Huho Zurlo, segretario della cooperativa Trento chaqueña, mentre il sottosegretario all’agricoltura, Sebastián De Arriortúa, ha dato le dimissioni di presidente della medesima cooperativa.
Dal canto suo la Provincia di Trento ha inviato una nota in cui si evidenziano gravi inadempimenti al protocollo firmato a Trento nel 2009 con il vicegovernatore Carlos Bacileff che, in una conferenza nella Sala Rosa della Regione, aveva pubblicamente garantito l’impegno di Resistencia per dare impulso al Frigorifico amministrato dalla associazione Trentini nel mondo con la cooperativa Trento Chaqueña.
Ora siamo all’epilogo che il Comitato Sentimento Trentino aveva preannunciato con documenti e significative denunce. Spiace che si sia speso tanto denaro (il Diario Norte cita la cifra di 5 milioni di euro) per costruire una “cattedrale nel deserto” come ebbe a dire Ciro Russo nel 2004 quando, come responsabile della Provincia per i progetti in Sud America, aveva suggerito e voluto il Frigorifico per collaborare con il Progano e Cedepro, iniziative del Governo del Chaco.
Questa esperienza negativa che ha impegnato per 10 anni persone e denaro pubblico consiglia alla Trentini nel mondo di non intraprendere altri progetti commerciali e industriali che giustificano fabbriche con impiego di capitale milionario che sarebbe meglio servito per creare micro cooperative come suggerito dal premio Nobel Muhamad a beneficio delle iniziative private dei trentini emigranti suggerite dai presidenti dei Circoli e coordinate dai Consultori della Provincia.
La lotta dei lavoratori del Firgorifico 

Ferruccio Bolognani

(notizie tratte dal Diario Norte Resistencia 25 ottobre 2011)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...